Cerca
  • Gruppo Sadel

COS'E' E COME SI FA UN TAMPONE?

Aggiornamento: apr 10

La rapida diffusione dell'epidemia di COVID-19 ha richiesto l'impiego di test rapidi per diagnosticare l'infezione.

All'inizio era disponibile solo il tampone faringeo, successivamente sono stati realizzati test sierologici per la ricerca degli anticorpi diretti contro il nuovo Coronavirus. A cosa serve il tampone? Il tampone serve per diagnosticare la presenza del virus nell'organismo e quindi a scoprire se c'è un'infezione in corso. E I test sierologici? Servono per capire se una persona è già entrata in contatto con il nuovo coronavirus.


QUAL E' LA PROCEDURA DA COMPIERE PER UN TAMPONE? Il tampone naso-faringeo è un esame rapido sia per gli adulti che per i bambini.

Viene effettuato tramite un bastoncino con una sorta di cotton fioc alla sua estremità. Il bastoncino viene quindi inserito dall'operatore in due modi:

- Nella bocca (tampone faringeo); - Nel naso (tampone naso-faringeo) del bambino.

Il test è semplice, ma non può essere fatto da chiunque, deve essere eseguito da personale addestrato e protetto da mascherina, guanti, occhiali e camice monouso. Ciò è fondamentale perché il tampone viene fatto, nella maggior parte dei casi, a bambini o adulti che hanno sintomi. Il tampone faringeo o naso-faringeo viene strofinato leggermente sulla mucosa:

- Del faringe posteriore, infilando il tampone in bocca fino ad arrivare nei pressi delle tonsille per il tampone faringeo; - Del naso, infilando il tampone in una narice e procedendo fino a raggiungere la parete posteriore del rinofaringe (parte superiore del faringe).

Il tampone viene poi mandato ad un laboratorio specializzato. Il laboratorio conferma se il virus è presente nel faringe per mezzo di test molecolari (Real Time Polymerase Chain Reaction, RT-PCR).


QUAL E' LA PROCEDURA DA COMPIERE PER I TEST SERIOLOGICI?

Il test sierologico per il nuovo Coronavirus si esegue sul sangue che viene raccolto con un normale prelievo. Per alcuni test sierologici rapidi è sufficiente una goccia di sangue ottenuta dal polpastrello di un dito della mano.

Quando positivo, il test sierologico dimostra la presenza nel siero (fase liquida del sangue) del paziente di alcuni anticorpi:

- Se gli anticorpi IgM sono positivi l'infezione recente; - Se gli anticorpi IgM sono negativi e gli anticorpi IgG sono positivi l'infezione c'è stata ma è passata.

È importante sottolineare che i test sierologici non sostituiscono il test fatto sul tampone (test molecolare). Solamente il risultato del tampone naso-faringeo dimostra la presenza o meno di materiale genetico virale, dando quindi la conferma dell'infezione in corso.

È importante sottolineare che i test sierologici non sostituiscono il test fatto sul tampone (test molecolare). Solamente il risultato del tampone naso-faringeo dimostra la presenza o meno di materiale genetico virale, dando quindi la conferma dell'infezione in corso.

COME RICHIEDERE IL TEST SIEROLOGICO E IL TAMPONE?

  • Il test sierologico per indagare l'eventuale presenza di anticorpi è richiedibile da ciascun cittadino in regime privato. In Auxologico il test sierologico costa 25 euro ed è accessibile dietro prenotazione online. In caso di positività l’utente é contattato per l’esecuzione del tampone: in questo caso il tampone è eseguito in regime di Servizio Sanitario Regionale e quindi gratuito per l’utente;

  • La Sadel compie anche i tamponi rapidi che possono essere fatti indipendentemente dall’esito dell’eventuale sierologico. Il tampone molecolare costa 35 euro ed è accessibile dietro prenotazione.




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti