top of page
Cerca
  • Gruppo Sadel

Al centro diagnostico: Ecocolodoppler

L’ecocolordoppler è una tecnica di diagnostica per immagini che sfrutta l’effetto “Doppler” dei fluidi in movimento consentendo di raffigurare graficamente il passaggio del sangue nei vasi sanguigni, (arterie,vene, capillari), così da studiarne la morfologia e la funzionalità.

Le Arterie sono formate da numerose fibre di elastina che le rendono capaci di resistere ad alte pressioni:

  • Le arterie che partono dal ventricolo sinistro trasportano sangue ricco di ossigeno dal cuore verso i tessuti dei vari organi

  • Le arterie che partono dal ventricolo destro trasportano sangue povero di ossigeno verso i polmoni.

Le Vene fanno parte della circolazione sistemica riportando il sangue verso il cuore spinto dalla contrazione dei muscoli scheletrici e con l’aiuto di piccole valvole a “nido d’ape” presenti al loro interno che obbligano il flusso sanguigno a scorrere in un’unica direzione.





COME SI FA E COME FUNZIONA

L’esame viene effettuato con le stesse modalità con le quali si eseguono le classiche ecografie; ovvero attraverso l’utilizzo di una sonda ad ultrasuoni che l’operatore specializzato fa passare sulla cute della zona da analizzare precedentemente ricoperta con un particolare gel che assicura la trasmissione acustica degli ultrasuoni.

L’Ecocolordoppler viene effettuato come una normale ecografia


L’utilizzo dell’effetto Doppler negli ultrasuoni permette di misurare la velocità del flusso sanguigno ed in combinazione con la metodologia COLOR, (aggiunta del colore nella rappresentazione dell’esame ecografico), consente di individuare e visualizzare in tempo reale i vari vasi sanguigni e la presenza di eventuali patologie.

Tipologie: Ecocolordoppler arti superiori, cardiaco, tronchi sovraortici

A seconda della parte del corpo analizzata si avranno diverse tipologie di ecocolordoppler:

  • Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici (TSA), Carotideo, Vasi Epariotici,

  • Arterioso e Venoso (ECD) o Ecocolordoppler arti inferiori e arti superiori effettato per studiare i vasi sanguigni, non richiede alcun tipo di preparazione,

  • Ecocolordoppler Cardiaco esame utilizzato per lo studio del cuore.

  • Ecolorodoppler dei vasi addominali utile per lo studio dell’aorta nel tratto addominale; in questo caso occorre che il paziente si presenti all’esame a digiuno da almeno 5/6 ore in modo da ottenere il risultato migliore

  • Ecocolordoppler alle arterie renali utilizzato per indagare la circolazione che si dirige verso i reni, anche per questo tipo di esame è necessario che il paziente segua alcune regole di preparazione come osservare nei tre giorni precedenti l’ecografia una dieta povera di fibre e verdure, (con poche scorie) e presentarsi il giorno dell’esame a digiuno da almeno 6 ore avendo bevuto molta acqua.

L’ECOCOLORDOPPLER È UN ESAME SICURO?

L’ecocolordoppler è un esame assolutamente sicuro e non invasivo; infatti grazie all’utilizzo degli ultrasuoni non vi è emissione di alcun tipo di radiazione ionizzante ed molto utile nella prevenzione delle malattie cardiache e vascolari come l’ictus e l’infarto.

Quando è utile farlo? Chi lo esegue?

L’Ecocolordoppler è un’indagine strumentale di grande aiuto per il Medico Specialista in Angiologia e/o per il Chirurgo Vascolare poiché ne agevola il lavoro al fine di arrivare ad una corretta diagnosi.

E’ consigliato sottoporsi ad un esame ecocolordoppler in presenza di:

  • Vene varicose (varici)

  • Placca carotidea. placche che ostruiscono il flusso sanguigno e possono provocare trombi venosi o l’embolia

  • Diagnosi di malattie arteriose e venose

  • Screening per malattie circolatorie in persone a rischio come diabetici e persone con predisposizione per patologie venose e arteriose

  • Malattie circolatorie alle gambe o all’encefalo

  • Condizione di Trombofilia (ipercoagulabilità o stato protrombotico)




9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page